Avreste potuto chiedere per un inizio di PG Nationals più infiammato, sorprendente e soprattutto di qualità più alta? Credo proprio di no.

Le otto squadre hanno subito messo le cose in chiaro: i vostri power ranking e le vostre tierlist sono tutte da buttare. Chi con sorprendente coordinazione e chi con inaspettate azioni individuali, i team iniziano già a distinguersi in stile ed esecuzione, dando subito un gusto inconfondibile al PG Nationals del 2019.

E se l’assaggio della prima fetta di campionato PG Nationals vi è piaciuto, gioite! Ancora sei vi aspettano, e la seconda sta per iniziare.

One taught me patience: iDomina (vs CGG/SMS)

Tra le tante sorprese di questa prima settimana al PG Nationals sicuramente figurano gli iDomina che non riescono a trovare il nexus.

In questo PG Nationals non sono mancate le azioni positive, certamente: Daniel Aki Lauri in particolare ha mostrato ancora una volta di avere quella fiamma che distingue i grandi midlaner; una fiamma però selvaggia e incontrollata, che necessita di una direzione ma soprattutto di pazienza. Le sue azioni in teamfight lasciano intendere una grande abilità meccanica, che però viene oscurata da decisioni prese incautamente e con poca cura del rischio e delle conseguenze.

Questo ha spesso portato gli iDomina in situazioni più svantaggiose del previsto e sono errori che non potrà permettersi contro Cyberground e Morning Stars. I suoi prossimi avversari in questo PG Nationalssaranno infatti il norvegese Isak Pettersen Energy Fjell e il rumeno Albu Vrow Bogdan, forse i due midlaner che più hanno spiccato per solidità nelle prime due partite.

“Credo che lo skillgap tra me e loro non sia molto. Il mio problema principale è la costanza, quindi il fattore principale nell’1v1 sarà non farsi abbattere da questa settimana andata male. Entrare nella prossima settimana con una buona mentalità farà la differenza.”

Compito di Aki sarà trattenere quella fiamma e indirizzarla, disciplinarla, canalizzarla. Per bruciare i suoi avversari anziché se stesso.

Non si lascia abbattere il coach Alberto Mun Harashi Lo Grasso: “Abbiamo un team di giovani speranze e dato che sono giovani si è sentita la pressione dell’inizio del PG Nationals. […] Sono fiducioso e con il duro lavoro possiamo farcela, perché la qualità che abbiamo è molto alta e va solo dimostrata.”.

Contro le due capolista del PG Nationals, l’impresa degli iDomina sembra tutt’altro che facile, ma è nel momento delle difficoltà che splendono gli eroi.

One taught me love: Samsung Morning Stars (vs iD/SPK)

Considerata da tutti gli esperti una delle squadre che avrebbero dovuto lottare per la salvezza, i Morning Stars hanno fatto il loro ingresso nel PG Nationals mettendo sin da subito il piede in mezzo alla porta con due vittorie decisive.

Ciò che affascina è l’abilità meccanica di tutti i giocatori, specialmente dell’ADC svedese Mikael Namex Axelsson e del già noto midlaner Albu Vrow Bogdan, che supera sicuramente le aspettative dei detrattori dei neo-InFerno. Non perde occasione di impressionare anche il toplaner Alexandru Acefos Neatu, che sembra essere il vero caposaldo della squadra anche quando la partita si fa dura.

Impossibile non rimanere infatuati del Rakan di Sergi Simpy Ruiz: “Quando giocavo in Spagna nessun avversario mi lasciava Rakan durante la championselect. Impareranno anche gli italiani!”.

Saranno purtroppo poche le partite in cui Simpy potrà farci innamorare ancora del suo Rakan in questo PG Nationals, prima che questo venga significativamente rallentato nella Patch 9.3. I primi a doversene preoccupare nel PG Nationals saranno Vittorio Click Massolo dei Qlash Forge e Christian DarkChri Devo, suoi prossimi avversari in botlane.

Q4G e Cyberground sono le squadre più forti del PG Nationals, quindi questa domenica mi aspetto un grande match contro i primi. Hanno faticato un po’ a vincere contro gli iDomina lunedì scorso, questo ci rassicura per il nostro incontro. Le squadre che abbiamo incontrato finora non ci hanno messo in difficoltà, quindi non vedo l’ora di una vera sfida.”, continua Simpy. “Per quanto riguarda gli iDomina, vinceremo al 100%. Semplicemente non riesco ad immaginare una sconfitta contro di loro. Vediamo se mi smentiranno!”.

A chi ancora li sottovaluta, Simpy, il suo Rakan e tutti i Morning Stars rispondono a testa alta: sono qui per ballare.

One taught me pain: OutPlayed (vs SPK/MOR)

Certamente doloroso l’inizio degli OutPlayed nel PG Nationals: in un ironico parallelo con i Fnatic alla LEC, i campioni verdineri partono dal basso in questo split del PG Nationals e dovranno dimostrare di appartenere alla fascia alta di classifica in cui tutti gli esperti li hanno piazzati senza remore.

Il tasto dolente è decisamente la coordinazione. Molte delle squadre, seppure appena formate, hanno dimostrato vari gradi di sinergia e cooperazione, ma forse è quella dei verdineri che ha sembrato accusare più delle altre la dipartita del veterano Lorenzo Demon Marzi, che ha costretto la squadra a ricostruire il processo di shotcalling.

Nello specifico la botlane di Lars Chrisberg Christiansen e Luca Brizz Brizzante, che sappiamo avere un potenziale immenso, sembra richiedere di più tempo per costruire la fiducia reciproca necessaria per avere la meglio sugli avversari.

Dolenti anche le parole di Brizz: “Al momento siamo molto umili, sappiamo che dobbiamo lavorare sulla sinergia e in particolare stiamo lavorando sulle nostre champion pool per trovare un punto d’incontro. Potremmo essere una delle botlane più in difficoltà del PG Nationals e per il momento puntiamo a vincere contro MOBA e Sparks. Non dobbiamo dare nulla per scontato.”

La prossima settimana del PG Nationals li vedrà contro l’esperienza di Paolo Paulcannon Marcucci dei MOBA ROG e Lauri Endz Tarkus degli Sparks Esports: due botlane da non sottovalutare, ma certamente alla portata degli OutPlayed che, seppur sottotono, devono ripagare la fiducia dei fan anche in questo momento di difficoltà.


E se la prima settimana vi ha lasciati a bocca aperta ribaltando i pronostici, non chiudetela: la seconda settimana di PG Nationals è alle porte e non dubito che le prossime partite saranno ancora più spettacolari. Non perdetevi l’infornata: domenica alle 16:00 e lunedì alle 19:30 su PG Esports!