Ancora una, caldissima settimana ci separa dai playoff del PG Nationals. Eppure è ancora tutto da decidere, con una top 4 che non cessa mai di darsi battaglia e di minacciare il furto dei due ambiti biglietti per le semifinali. Ecco dunque un piccolo schema per illustrare i vari scenari possibili per ogni squadra:

Tutti i modi in cui le quattro squadre possono arrivare alla top 2.

E se non vi interessano le elucubrazioni, non perdete tempo: passate subito al commento di Alessandro Skar Torresi, Edgar Eckas Strazdauskas e Robin Rawbin IV Eggenberger!

I’m still here: OutPlayed (vs iD/SMS)

Sotto tono, senza sinergia, senza personalità.

In molti modi gli OP sono stati denigrati durante questo PG Nationals. Eppure un impressionante colpo di reni contro MOBA e Q4G in Week 6 li vede ancora in corsa per un miracoloso ritorno di fiamma: sulla loro strada solo gli iDomina.

Entrambe le squadre siedono su cinque vittorie e sette sconfitte, un punteggio che sicuramente non soddisfa nessuna delle due. Lo scontro diretto potrebbe risolvere ogni tenzone, ma c’è di più: agli OP non basta vincere. Per rompere il testa a testa, la vittoria deve arrivare in meno di 32:20. Se gli OP abbattono il nexus con anche solo un secondo di troppo, gli iDomina manterranno il vantaggio posizionale. Vantaggio che potrebbe fare la differenza tra affrontare CGG, Q4G o SMS ai quarti di finale.

Gli OP sono dunque in un momento cruciale, in cui tutto è nelle loro mani, come spiega il top laner Skar. “[Split] deludente finora, considerando le aspettative che si avevano ad inizio PG Nationals. I nostri problemi sono legati principalmente alla comunicazione che non ci ha permesso di essere proattivi. Stiamo lavorando duramente per arrivare preparati ai playoff e penso che abbiamo ancora tutte le carte in regola per vincere il torneo.”

Nel suo primo split competitivo, Skar si è trovato ad affrontare top laner di altissimo calibro come Mauno Beansu Talli e Simon Zvene Svensson. “Già dall’inizio della competizione sapevo che il livello sarebbe stato alto, ma comunque non mi sento inferiore a nessuno. Non ho avuto problemi ad affrontare questi player, tranne per Only Angel: lui mi ha messo in difficoltà in entrambi i game.”.

Ma la vera fiducia nelle possibilità della sua squadra arriva con il pronostico finale del PG Nationals: “[Ai playoff] penso sarà una battaglia a tre tra noi, Cyberground e Qlash Forge.”.

Pronti a volare: Cyberground (vs RCN/MOR)

Per una squadra che sin dall’annuncio delle rose era data come favorita, le giornate di metà PG Nationals non sono state di certo allegre. Ma nonostante le difficoltà, lo split si riassume in una Week 7 fondamentale: infatti le aquile possono ancora trovare il biglietto VIP per le semifinali. Nonostante le cinque sconfitte, che li pongono più in basso degli altri tre pretendenti e li escludono matematicamente dal primo posto, i Cyberground possono vantare due testa a testa vantaggiosi contro Q4G e SMS, grazie alle partite vinte in minor tempo rispetto a quelle perse. Avere un early game poderoso porta i suoi frutti: il secondo posto è ancora una possibilità.

“Penso che potremo certamente raggiungere il secondo posto. Stiamo tornando in forma e, come abbiamo mostrato in Week 1, possiamo competere anche con la testa della classifica.” dichiara fiducioso il jungler lituano Eckas. “Se giochiamo come all’inizio, arriveremo secondi. Sappiamo che non sarà facile, ma faremo l’impossibile per riuscirci.”.

Nonostante le previsioni abbastanza scontate contro Racoon e MOBA ROG, già escluse dalla corsa ai playoff, i Cyberground non dovranno abbassare la guardia. Anche solo una sconfitta rovinerebbe il sogno della top 2 e soprattutto i Racoon sono una squadra da temere quando non hanno nulla da perdere.

Ancora una: Sparks Esports (vs Q4G/iD)

Sono tante le vittorie accumulate dagli Sparks nel loro primo PG Nationals, sicuramente merito della grande esperienza di cui i giocatori dispongono. Il secondo posto è già confermato: qualora perdessero entrambe le partite, il testa a testa contro i SMS garantirebbe agli Sparks il vantaggio. Eppure per chiudere alla perfezione la stagione regolare, non bastano dieci vittorie.

Ne serve ancora una.

Non una vittoria come ogni altra, però. Questa deve essere contro i loro rivali, i Qlash Forge, per scongiurare il sorpasso nello sprint finale. E se il loro primo incontro in Week 3 ha trionfato l’ordine e la meticolosità dei Q4G (andatevi a rivedere la partita, mozzafiato!), il risultato deve capovolgersi adesso.

All’alba del matchup contro lo storico veterano Lorenzo Demon Marzi, rimane impassibile il jungler svedese Rawbin IV. “Prima di iniziare il PG Nationals sapevo che i miei due più grandi avversari sarebbero stati Demon ed Eckas. Vedendo le performance di Demon, però, penso che sia molto al di sotto di me ed Eckas, come tutti gli altri jungler del torneo.”. Riguardo alla cruciale partita di domenica prossima, Rawbin non si scompone: “la volta scorsa abbiamo perso a causa di un draft svantaggioso e una preparazione inadeguata. Questa volta la probabilità di vincere è del 90%.”

Demon, la palla è sul tuo campo ora: sarai quel 10%?


Quattro squadre a contendersi la top 2. Gli OutPlayed che non mollano. Cyberground e Sparks con gli early game più emozionanti del campionato. Qlash Forge con tutto da dimostrare nel match di fuoco contro gli Sparks. OP e iDomina nel testa a testa per il quinto posto.

La classifica alla fine della Week 6.

Se vi è piaciuto l’inizio di questo PG Nationals, quest’ultima settimana sarà ancora più incredibile.

< settimana precedente

Show CommentsClose Comments

Leave a comment